saldi

Che dire? Sono quella che sono. Tendo a ripetere gli stessi errori, over and over and over again, per così dire. E ora che sto cercando di spezzare questo circolo vizioso, l’unica differenza che riesco ad apprezzare è la mia reazione quando mi accorgo di stare ancora ricalcando i miei passi, ossia una simpatica quanto metaforica auto-pacca sulla spalla, seguita da un innocuo sorrisetto tra me e me. Già, mi perdono, mi assolvo e mi riabilito. Poi però mi chiedo, ma ci sarà qualcuno là fuori disposto a fare lo stesso? Io mi conosco fin troppo bene e mi sopporto, a giorni anche mi piaccio, sempre di più se devo essere sincera. Però a volte mi sento veramente un puzzle un po’ troppo complicato. In fondo, non a tutti piacciono i giochi complicati, con una ripida curva d’apprendimento. Beh, ma vaffanculo. Non voglio semplificarmi per il beneficio altrui. A me piacciono i giochi complicati. I saldi sono finiti!!

if I told you things I did before
told you how I used to be
would you go along with someone like me
if you knew my story word for word
had all of my history
would you go along with someone like me

– Peter, Bjorn & John (feat. Victoria Bergsman), “Young folks”

Related Posts with Thumbnails

Ti è piaciuto questo post?

Iscriviti ai  feed o agli aggiornamenti via email per non perdere i prossimi:



2 Comments

  1. scarmic Says:

    Bendetto, Giulia. Gli sconti li lasciamo agli altri. Qui si tratta roba di superlusso, eh!

  2. Ombretta Says:

    Ben detto.. Se lo si vuole, si prende il pacchetto completo, full optional.
    :)

Leave a comment